Notizie

Bevande vegetali. Le alternative al latte vaccino

Nell’articolo precedente ci siamo soffermati a parlare di alcuni dei latti vegetali più usati.

Tra questi sicuramente il latte di soia, il quale ci porta ad affrontare il discorso sui possibili effetti di un consumo eccessivo di soia .

Argomento abbastanza complesso e non ancora del tutto chiaro, le ricerche scientifiche stanno cercando di far luce su tutti gli aspetti della questione.

Nel frattempo, a chi ama in particolare il latte di soia, sorge spontaneo un dubbio: berlo tutti i giorni è troppo, considerando anche che spesso, soprattutto chi è vegetariano e vegano, nella stessa giornata consuma anche altri alimenti a base di questo legume ?

La soia contiene flavonoidi con una azione estrogenica ossia di mimare gli effetti degli ormoni femminili,  controindicata in chi ha malattie autoimmuni (ad es. Tiroiditi), in chi ha avuto un cancro al seno, in chi soffre di patologie estrogeno dipendenti (come l’endometriosi), ma in ogni caso anche nell’uomo va assunta con moderazione visto che può dare problemi alla prostata.

Altro aspetto da considerare è che le proteine della soia alla lunga possono dare anche allergie con orticaria.

Quindi è consigliabile sempre di alternare il latte di soia con gli altri latti vegetali (riso, miglio, avena, cocco, mandorle, ecc.) per evitare di assumere tutti i giorni grandi quantità di soia poiché si ricorre anche magari allo yogurt di soia, cotolette di soia, ecc...

Ma torniamo a considerare gli altri possibili latti vegetali dato che come abbiamo detto oggigiorno sono molto contrastanti le idee riguardo il latte vaccino e per questo, sempre più persone cercano delle alternative.

I tipi di latte elaborati a base di ingredienti vegetali e acqua sembrano essere la migliore soluzione. Sono infatti salutari e ricchi di proprietà positive.

I medici e i nutrizionisti sono sempre più coscienti dei problemi che può causare il latte vaccino e forse proprio per questo motivo si stanno diffondendo nel mercato diversi tipi di latte vegetali per il bene di tutti i consumatori.

Aspetti positivi del latte vegetale

  • Non contiene né lattosio né colesterolo
  • É povero di grassi
  • Possiede un’alta percentuale di grassi monoinsaturi e polinsaturi
  • Possiede un alto contenuto di vitamine del gruppo B
  • Offre un apporto equilibrato di sodio e potassio
  • È perfetto per persone dalla digestione lenta, con problemi di Stitichezza o di colon irritabile.

Vediamo nel dettaglio ancora qualcuno:

LATTE DI NOCI

Tra i tipi di latte vegetale quello di noci è molto indicato nei casi di problemi di diarrea.
In America, inoltre, è sempre più utilizzato perché è stato dimostrato che è la bevanda con più alto contenuto di antiossidanti.

  • Previene le malattie cardiovascolari e il diabete.
  • Secondo diversi studi, fa bene più di altri antiossidanti, come ad esempio le arance, gli spinaci, le carote o pomodori
  • Possiede una fantastica combinazione di vitamina E, acidi grassi, omega 3 e omega 6, polifenoli e oligoelementi, selenio, rame, zinco e magnesio, ideali per la vostra salute e per quella di tutta la famiglia.

LATTE DI COCCO

A differenza degli altri tipi di latte vegetale, che possono essere utilizzati anche per la prima colazione al posto di quello vaccino, il latte di cocco è usato soprattutto nelle preparazioni culinarie, dolci e salate.

Tuttavia nell’America del Sud e nei Paesi orientali come la Cina è servito comunemente al posto del latte di mucca per la prima colazione.

Estratto dai cocchi maturi, ha proprietà dissetanti e rinfrescanti, contiene circa 230 kcal ogni 100 gr.

La sua componente lipidica lo rende particolarmente calorico; è anche ricco di fosforo e potassio.

Ha un’elevata concentrazione di zuccheri semplici, vitamine del gruppo B e vitamina C, oltre a sali minerali e oligoelementi.

Ma il contenuto più interessante è quello dei flavonoidi, con elevato contenuto di antiossidanti.

LATTE DI CANAPA

Viene ottenuto dai semi della pianta di canapa macinati in acqua ed è totalmente privo di colesterolo, mentre è ricco di acidi grassi essenziali come omega 3 ed omega 6 (anche quest’ultimi, come gli omega 3, sono essenziali per l’organismo, ad esempio per la pressione sanguigna e le attività antinfiammatorie).

Contiene, inoltre, tutti gli aminoacidi essenziali (l’unità strutturale e primaria delle proteine), ed è ricco di vitamine del gruppo B, vitamine E, D ed A, acido folico e numerosi minerali.

LATTE DI FARRO

Contiene moltissimo calcio e si ricava dalla farina di farro, analogamente al latte di avena.
Contiene, per 100 g di prodotto, 53 kcal, 9,2 g di carboidrati, 1,3 g di grassi e 0,7 g di proteine.

Questa sua ricchezza di calcio lo rende adatto a prevenire l’osteoporosi e utile soprattutto alle persone debilitate, agli sportivi e ai bambini.

Ha una presenza molto bassa di grassi saturi, mentre invece è ricchissimo di acidi grassi polinsaturi appartenenti alla serie omega 3 e 6.
Grazie a questa sua particolarità è utile per prevenire tutte quelle patologie cardiovascolari e neurodegenerative.

LATTE DI KAMUT

Si produce grazie ai chicchi del cereale kamut legato al grano duro ed è ricco di sali minerali, in particolare fosforo e magnesio.

Per quanto riguarda il profilo nutrizionale, 100 g di latte di kamut apportano 51 kcal e contengono 0,8 g di grassi, 0,7 g di proteine e 10 g di carboidrati.

Combatte efficacemente l’affaticamento ed aiuta la convalescenza.

LATTE DI MIGLIO

Probabilmente non tutti conoscono il miglio, un cereale minore, ma ricco di nutrienti e proprietà benefiche per il nostro organismo.

Il latte di miglio può rivelarsi un ottimo alleato se soffriamo di colesterolo alto. Questo dannoso e pericoloso problema può infatti essere limitato grazie alle proteine vegetali contenute nel latte di miglio.
Inoltre possiamo giovare anche dell'aiuto di un particolare enzima presente nel miglio e in grado di eliminare i grassi. In questo modo diventa un prezioso amico anche per chi soffre di diabete.

È  un aiuto per combattere l'insorgere della candidosi e di problemi legati al colon. Questo perché il miglio contiene una buona concentrazione di fibre utili al benessere del nostro intestino.

Inoltre il latte di miglio contiene tripofano, un amminoacido che contribuisce a rendere il nostro umore decisamente migliore.

Inoltre privo di glutine (adatto quindi ai celiaci) e molto digeribile.

Altre tipologie: tra le altre tipologie di latte vegetale meno conosciute abbiamo il latte di  nocciole particolarmente raccomandato ai bambini per il loro sapore dolce e il latte di orzo, anch’esso facilmente digeribile e rinfrescante.

Sono tipologie di latte ricche di vitamine e minerali ma, non essendo molto diffusi in commercio, non se ne conoscono bene le esatte caratteristiche nutrizionali. Ricordiamo però che bisogna  fare sempre attenzione all’etichetta, preferendo quelli di provenienza biologica, senza grassi aggiunti e con un basso contenuto di sodio !

Dott.ssa Katia Lanzone


Se desideri ricevere via e-mail preziosi consigli per la tua salute  Iscriviti alla nostra Newsletter